Chi siamo

   

Partners

Syngen fa parte di un gruppo di aziende che operano nel settore ambientale e del recupero dei fanghi di depurazione attraverso un processo di trasformazione in fertilizzanti.

Il gruppo può essere descritto come segue:

AGROSISTEMI s.r.l. Anno di costituzione 2000

Attraverso un brevetto esclusivo trasforma fanghi di depuratori civili in un fertilizzante correttivo dei suoli agricoli denominato BIO-SOLFATO.

Ha tre impianti mobili in attività dal 2006, autorizzati ai sensi del D.Lgs.152/06

Il cliente principale è il Gruppo HERA s.p.a. Il servizio viene fornito dal 2008 per tutti i depuratori della Romagna.

Le quantità di fanghi trasformate annualmente sono oggi pari a circa 80.000 tonnellate.

SERECO s.c.a r.l. Anno di costituzione 1986

E’ titolare di uno stoccaggio di fanghi di depurazione ubicato a Piacenza.

I fanghi ritirati sono analizzati e collocati in stoccaggio in attesa di essere trasformati in fertilizzante attraverso l’attività e l’impianto mobile di Agrosistemi. Sereco si occupa anche di espletare gli aspetti amministrativi imposti dalle norme ambientali per tutte le società del gruppo

SIRM s.r.l. Anno di costituzione 2003

Ritira, commercializza, colloca sul mercato agricolo la totalità del  materiale fertilizzante prodotto dalle società del gruppo.

Si occupa del trasporto del prodotto alle aziende agricole e della consulenza alle aziende agricole per il suo corretto impiego.

PARTNERS  ESTERNI AL GRUPPO

BIOMASS – OSSERVATORIO PERMANENTE SUGLI USI DI BIOMASSE IN AGRICOLTURA

E’ un centro di ricerca dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Nasce a Piacenza nel 2010, come struttura di ricerca e sperimentazione connessa alla Facoltà di Agraria .

Scopo principale del centro è promuovere e svolgere attività scientifiche, di base e applicate, sull’utilizzo di biomasse in agricoltura.

Attraverso un accordo con Syngen è stata definita la collaborazione  nel campo della ricerca scientifica e tecnologica in aree di interesse reciproco per entrambe, con particolare attenzione agli aspetti innovativi per l’ambiente, del recupero energetico da rifiuti e per uno sviluppo sostenibile.

In questo modo le attività di Syngen, vengono assistite, monitorate e stimolate alla “mission” aziendale mediante la rigorosa impostazione sperimentale.

Nell’ambito della collaborazione particolare interesse è attribuito alle seguenti attività:

  • Recupero di energia da rifiuti con realizzazione di fertilizzanti di nuova concezione;
  • Sviluppo di nuove tecnologie per abbattere il contenuto di elementi potenzialmente tossici contenuti nei fanghi di depurazione urbana;
  • Progettazione e realizzazione di impianti di estrazione di azoto da digestati provenienti da impianti di biogas;
  • Ricerca e sviluppo di nuovi sistemi innovativi, idonei per piccole comunità, con applicazione di tecnologia di fermentazione a secco per produzioni di 50-100 kWh elettrici da biogas;
  • Progettazione e realizzazione di nuovi motori con alimentazione esterna da biomasse lignino-cellulosiche;
  • Studi e realizzazione di biopolimeri e bioplastiche di nuova concezione, a partire dal processo di pirolisi condotto su sottoprodotti di origine vegetale;
  • Studi per progettazione e realizzazione di asfalti “verdi” con materiali provenienti dal processo di  pirolisi di scarti e sottoprodotti vegetali.

BIO4GAS ITALIA

Joint-venture italo-tedesca di Bio4Gas Express GmbH (Monaco di Baviera), progetta ed installa impianti biogas e mini biogas chiavi-in-mano e su misura con l’innovativa tecnologia brevettata BERT (Bio4Gas Express Reactor Technology). BIO4GAS BERT permette l’installazione di impianti da minimo 20kW a 30kW, 40kW, 50kW, 75kW, 100Kw fino oltre 500kW.

La innovativa tecnologia BERT, grazie alla filosofia vincente: 1 azienda = 1 impianto, lavora con reflui zootecnici / suinicoli / avicoli. Inoltre, è possibile addizionare biomasse organiche di scarto (quali sfalci, potature, scarti da lavorazioni vinicole, lattiero-casearie, ecc.).

La collaborazione di Syngen con Bio4Gas Italia è particolarmente attiva nella diffusione della tecnologia per l’estrazione dell’azoto dai digestati liquidi, al termine del processo di fermentazione metanogenica.

Soluzioni impiantistiche