Tecnologie

   

BIOSOLFATO

SYNGEN è impegnata a promuovere e sviluppare la tecnologia AGROSISTEMI, tutelata da specifico brevetto, relativa al trattamento e trasformazione  di fanghi di depurazione in un correttivo dei suoli agrari definito “gesso di defecazione”.

Questo prodotto, è inserito nell’elenco dei correttivi del vigente D.Lgs. 75/2010 relativo ai fertilizzanti.

Il nome commerciale è BIOSOLFATO, le quantità annuali sono di circa 100.000 tonnellate e la commercializzazione è libera.

L’obiettivo è di intervenire sui suoli alcalini o salini delle aziende agricole, aumentando al contempo la sostanza organica in essi contenuta attraverso il recupero di fanghi di depurazione ed altri prodotti di origine biologica.

Ciò permette la sostituzione dei concimi di sintesi con materiali organici, di valore più stabile e duraturo, recuperando al contempo risorse preziose che andrebbero altrimenti perdute.

Per coniugare il recupero ecologico delle biomasse ed il vantaggio per l’agricoltura, vengono utilizzati seri criteri nella selezione e lavorazione dei materiali di base, nella valutazione di terreni e colture delle aziende clienti, nonché rigorose modalità nella distribuzione e nell’interramento.

Il trattamento viene normalmente effettuato su fanghi biologici di depurazione delle acque reflue, che vengono valorizzati sottoponendoli ad idrolisi alcalina, precipitazione con acido solforico ed integrazione con additivi.

SYNGEN è in grado di implementare il trattamento con due tecnologie brevettate:

ADNEX – Advanced Nitrogen Extraction

MWO – Mild Wet Oxidation

ADNEX permette di estrarre l’azoto ammoniacale e di liberarlo in atmosfera dopo averlo trasformato in azoto biatomico attraverso uno step di cracking termico non catalizzato. La neutralizzazione dei fanghi post trattamento mediante CO2 agevola le reazioni tipiche del processo BIOSOLFATO che trasformano la massa in un correttivo dei suoli.

MWO è un pretrattamento spinto effettuato su fanghi di depurazione qualora sia necessario abbattere le concentrazioni di metalli pesanti o inquinanti organici. Inoltre il trattamento disidrata il materiale finale, portandolo sino al  50% di sostanza secca, migliorando gli aspetti organolettici e gestionali del BIOSOLFATO finale.

Per ulteriori informazioni sul BIOSLFATO e sulla relativa tecnologia applicata, si visiti il sito

www.agrosistemi.it

Documenti allegati

 

Soluzioni impiantistiche